2016 – 2017 Laboratori didattici al MUSE

Sono sei i laboratori previsti per le scuole dedicati al paesaggio in una specifica sezione all’interno dell’offerta didattica del MUSE per l’anno scolastico 2016-2017. Tre di questi saranno sul paesaggio che i bambini apprendono attraverso i racconti, sulla responsabilità nelle trasformazioni del territorio e sulla bellezza dei paesaggi dolomitici. Tre sono le escursioni sul territorio rispettivamente al Doss di Trento, al Doss di San Rocco e al sobborgo di Sardagna, finalizzate a comprendere come gli aspetti naturali e quelli culturali siano componenti inscindibili di ogni paesaggio. Completa l’offerta una visita guidata che propone una lettura paesaggistica dell’esposizione del MUSE.


VISITA GUIDATA


Natura e Paesaggio. Esplorazioni dentro al Muse
Scuola Primaria (V anno); Scuola Secondaria di Primo Grado; Scuola Secondaria di Secondo Grado
da settembre 2016

Una visita guidata che propone una lettura attraverso il concetto di paesaggio dell’esposizione del MUSE. Un percorso attraverso il museo con un occhio di riguardo ai paesaggi, nel tempo e nello spazio, alla biodiversità ed al territorio e alla ricerca di possibili vie per conseguire un futuro sostenibile.


LABORATORI AL MUSE


“C’era una volta…” i paesaggi nei racconti
Scuola Primaria; Scuola Secondaria di Primo Grado
da settembre 2016

Un racconto “emozionante” diventa pretesto e stimolo  per immaginare e parlare di paesaggi, ma anche per modellarli: il compito di allestire un posto in cui vivere bene attiva i partecipanti al laboratorio in un complesso lavoro interattivo, in cui vengono messi alla prova l’intuizione, la manualitĂ , la capacitĂ  di esprimersi sulle scelte e di disporsi nello spazio in relazione agli altri, la capacitĂ  di negoziare e di selezionare, affrontando eventualmente i conflitti suscitati dall’emergere di punti di vista contrastanti.


Il paesaggio è il nostro futuro
Scuola Primaria (V anno); Scuola Secondaria di Primo Grado
da settembre 2016

L’attenzione alla vivibilità del Pianeta dovrebbe essere il nostro principale impegno, almeno per ciò che ci è consentito soprattutto verso le generazioni future. Il laboratorio intende far comprendere, attraverso la ricerca e l’azione, come trasformiamo nel tempo i paesaggi, distinguendo i concetti di “rischio” e “pericolo” ed evidenziando il peso delle responsabilità umane.


Le Grandi Bellezze. I paesaggi delle Dolomiti UNESCO
Scuola Primaria (V anno); Scuola Secondaria di Primo Grado
da settembre 2016

Le Dolomiti hanno ottenuto il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità UNESCO in base a criteri geologici ed estetici. Qual è il legame tra geologia, estetica e paesaggio? Attraverso l’analisi delle diverse rocce e le differenti rappresentazioni dei paesaggi dolomitici, emergeranno nuove idee sull’unicità e sul senso della bellezza di quest’area.


ATTIVITĂ€ SUL TERRITORIO


Leggere il paesaggio: il Dosso di San Rocco
Scuola Secondaria di Primo Grado; Scuola Secondaria di Secondo Grado
da settembre 2016

Nei pressi della cittĂ  ci si può immergere in un bosco suggestivo. Da lì, il panorama permette di interpretare la cittĂ , le vie e la campagna: paesaggi che l’uomo ha plasmato piegando il territorio alle sue esigenze.


Paesaggi naturalculturali: il Doss Trento
Scuola Secondaria di Primo Grado; Scuola Secondaria di Secondo Grado
da settembre 2016

Il Doss Trento, piccola altura che domina la cittĂ , accanto a interessi storico-culturali, presenta singolari aspetti floristici e vegetazionali. Lungo il percorso si possono osservare esemplari vegetali, considerati testimonianze viventi di climi piĂą caldi dell’attuale. Nelle vicinanze del Mausoleo a Cesare Battisti e dei resti della basilica paleocristiana si trovano esemplari di querce, nespoli e altre specie tipiche dei boschi termofili. In un coinvolgente gioco a gruppi, gli studenti analizzeranno diversi aspetti del paesaggio e le specie vegetali arboree piĂą significative, attraverso l’uso di strumenti come lenti, corde metriche e schede interpretative.


Sardagna una terrazza sulla cittĂ  di Trento
Scuola Secondaria di Secondo Grado
da settembre 2016

In un territorio esistono alcuni luoghi dai quali, per loro particolare posizione ed esposizione, è possibile avere una visione privilegiata per guardare ciò che ci circonda. Così è per Sardagna uno straordinario punto panoramico sulla Valle dell’Adige e sulla cittĂ  di Trento facilmente raggiungibile attraverso una funivia che parte in prossimitĂ  del centro storico. Nella storia il paesaggio è stato spesso interpretato e rappresentato come vista, veduta e panorama. Esso tuttavia non si riduce alla sola visione dal “di sopra e dall’alto”, prospettica e fissa, di un luogo, ma è espressione dinamica della relazione tra l’uomo e il suo spazio di vita.


PER APPROFONDIMENTI E PER ISCRIVERSI ALLE ATTIVITĂ€ VAI ALLA SEZIONE IMPARA DEL SITO WWW.MUSE.IT

Scarica la brochure