2014 – 2015 Laboratori didattici al Muse

Sono cinque i laboratori previsti per le scuole dedicati al paesaggio all’interno dell’offerta didattica del MuSe per l’anno scolastico 2014-2015 che sono svolti in collaborazione con step-Scuola per il governo del territorio e del paesaggio. Tre di questi saranno sul paesaggio che i bambini apprendono attraverso le favole, sulla responsabilità nelle trasformazioni del territorio e sulla bellezza dei paesaggi dolomitici. Completano l’offerta due escursioni, rispettivamente al Doss di Trento e al sobborgo di Sardagna, finalizzate a comprendere come gli aspetti naturali e quelli culturali siano componenti inscindibili di ogni paesaggio.

“C’ERA UNA VOLTA…” I paesaggi nei racconti
I bambini conoscono i paesaggi anche attraverso la narrazione (favole, fiabe e racconti fantastici). Il bosco e la montagna sono lo spazio dell’ignoto, del mistero, dell’avventura, ma anche casa e rifugio. Durante il laboratorio i bambini incontreranno animali, personaggi e paesaggi attraverso i quali porsi domande impreviste su abitudini e attitudini degli esseri umani in relazione al paesaggio.
PER CHI: Infanzia (grandi), Primaria (I,II)
DURATA: 2 ore

IL PAESAGGIO È IL NOSTRO FUTURO
L’attenzione alla vivibilità del Pianeta dovrebbe essere il nostro principale impegno, almeno per ciò che ci è consentito soprattutto verso le generazioni future. Il laboratorio intende far comprendere, attraverso la ricerca e l’azione, come trasformiamo nel tempo i paesaggi, distinguendo i concetti di “rischio”, “pericolo” e “opportunità” ed evidenziando il peso delle responsabilità umane
PER CHI: primaria (V); Secondaria I gr.
DURATA: 2 ore

LE GRANDI BELLEZZE. I PAESAGGI DELLE DOLOMITI UNESCO
Le Dolomiti hanno ottenuto il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità UNESCO in base a criteri geologici ed estetici. Qual è il legame tra geologia, estetica e il paesaggio? Attraverso l’analisi delle diverse rocce e le differenti rappresentazioni dei paesaggi dolomitici, emergeranno nuove idee sull’unicità e sul senso della bellezza di quest’area.
PER CHI: Primaria (l, ll); Primaria (lll, lV, V)
DURATA: 2 ore

PAESAGGI NATURALCULTURALI: IL DOSS TRENTO
Il paesaggio è la manifestazione della vita nelle sue molteplici forme. Per la comprensione della sua importanza e del suo essere spazio di vita per l’uomo occorre superare ogni dualismo che deriva dalla separazione tra aspetti naturali e artificiali. Il Doss Trento, uno sperone roccioso residuato dell’età glaciale, sorge alla destra dell’Adige e domina l’intera città. Attraverso un’escursione lungo i suoi sentieri, che culminano in una splendida vista della città dall’alto, si possono comprendere le inestricabili connessioni tra aspetti naturalistici, storici e culturali che caratterizzano il paesaggio.
PER CHI: Primaria (IV, V); Secondaria 1°g.
DURATA: 2 ore

PAESAGGIO, PANORAMA E BELVEDERE: SARDAGNA, UNA TERRAZZA SULLA CITTÀ DI TRENTO
In un territorio esistono alcuni luoghi dai quali, per loro particolare posizione ed esposizione, è possibile avere una visione privilegiata per guardare ciò che ci circonda. Così è per Sardagna, uno straordinario punto panoramico sulla Valle dell’Adige e sulla città di Trento, facilmente raggiungibile attraverso una funivia che parte in prossimità del centro storico della città. Nella storia il paesaggio è stato spesso interpretato e rappresentato come vista, veduta e panorama. Esso tuttavia non si riduce alla sola visione dal “di sopra e dall’alto”, prospettica e fissa, di un luogo, ma è espressione dinamica della relazione tra l’uomo e il suo spazio di vita
PER CHI: Primaria (IV, V); Secondaria 1°g
DURATA: 2 ore