2016 ”Paesaggi utopici”: un nuovo laboratorio al MUSE

Durante la Landscape Week organizzata dal MUSE – Museo delle Scienze di Trento (13-16 dicembre 2016), tra le altre attivitĂ  è stato proposto uno nuovo laboratorio sul tema “Paesaggi Utopici”, ideato da Luca Mori e realizzato in collaborazione con Maria Bertolini, Corrado Perini e Lorenzo Guagliardo. Ad ‘inaugurarlo’ sono state tre classi della scuola secondaria di primo grado che hanno interagito immaginando e progettando un paesaggio ben vivibile a partire dal vincolo costituito dalla mappa di un’isola, corredata da due carte informative sulla pericolositĂ  idrogeologica e del valore naturalistico.

Il Laboratorio è stato progettato con l’obiettivo principale di offrire una motivazione interessante e coinvolgente per pensare e parlare di paesaggio, mostrando come le forme e le composizioni di elementi che lo caratterizzano dipendano dal modo in cui le scelte individuali e quelle collettive si intrecciano su un dato “territorio”, nel nostro gioco, rappresentato dalla tavola base del gioco su cui i ragazzi dovevano disporre diversi elementi del paesaggio, con l’obiettivo di immaginarne uno in cui vivere bene. La proposta è impostata come un gioco di simulazione (simulation game), in quanto ai partecipanti viene richiesto di realizzare e disporre figure rappresentative di elementi paesaggistici come se avessero la possibilitĂ  di realizzare un’utopia su un’isola disabitata: il riferimento all’utopia – in occasione del cinquecentenario della pubblicazione dell’opera di Tommaso Moro per il cui titolo il termine fu coniato (1516) – tiene conto anche di un’esperienza condotta dal filosofo Luca Mori in tutta Italia nel 2015/2016, alla ricerca delle utopie immaginate da bambine e bambini tra i 5 e gli 11 anni.