2013 – Tesero – Il paesaggio fuori e dentro l’aula

5 TESERO

La percezione del territorio intorno a Spiazzo Rendena

IL PAESAGGIO FUORI E DENTRO L’AULA
La Scuola di Tesero verso la localitĂ  di Barco

SCUOLA

Istituto Comprensivo Predazzo-Tesero-PanchiĂ -Ziano | Scuola Media di Tesero | recapito telefonico scuola: 0462. 813119

INSEGNANTI REFERENTI

Prof.ssa Stefania Deflorian, collaboratrice Vicaria
prof. Giampiero Sigona

GRUPPO DI LAVORO

Prof.ssa Cinzia Calabrese, lettere
Prof. Flavio Matordes, tecnologia
Prof.ssa Fiorella Patti, matematica e scienze
Prof.ssa Silvana Varesco, matematica e scienze
Prof.ssa Claudia Dellantonio, arte e immagine

DESTINATARI

Due classi terze (2012-2013)

AREA D’INDAGINE

LocalitĂ  di Barco

PERCORSO EDUCATIVO

La Scuola Media di Tesero viene coinvolta dalla pubblica
amministrazione locale nella valorizzazione di una baita, da
poco ristrutturata dalla Provincia autonoma di Trento, in localitĂ 
Barco. L’idea è quella di approfondire la conoscenza del territorio
di Barco, poco frequentato dai ragazzi, e delle sue specificitĂ 
paesaggistiche per collaborare con l’amministrazione comunale
all’allestimento e all’animazione di un’ “aula del paesaggio” che
si intende realizzare all’interno della baita. Nell’anno scolastico
2011-2012, per avvicinare i ragazzi alla tematica del progetto si
organizza un sopralluogo, nel quale viene messo in gioco non
solo il senso della vista ma anche quello dell’udito e del tatto.
In un momento successivo i ragazzi sono invitati a riflettere
su cosa piacerebbe a loro realizzare per allestire la baita e
rendere fruibile il paesaggio circostante. Si avvia quindi una
fase di studio e di analisi del territorio dal punto di vista della
fauna e della flora, degli aspetti folkloristici e storici del luogo,
lavorando nelle due classi seconde per argomenti differenti.
La modalità scelta per scambiarsi i contenuti appresi è la
progettazione e la realizzazioni di giochi, di diversa tipologia,
che vengono scambiati nelle classi. I giochi vengono realizzati
anche con l’obiettivo di costruire delle attività didattiche per
avvicinare le scuole primarie alla conoscenza di questa localitĂ .
Nel secondo anno di svolgimento del progetto (2012-2013), le
classi affrontano la sfida di produrre dei servizi a partire dalle
conoscenze apprese: gli alunni sono messi nella situazione
di ideare e animare attività laboratoriali sull’educazione al
paesaggio rivolte ai bambini di cinque e sei anni della scuola
d’infanzia di Tesero. La richiesta è arrivata direttamente dalle
maestre che sono venute a conoscenza del progetto ed erano
interessate, con i loro bambini, a farne parte come “pubblico
speciale”. In una prima fase, i ragazzi rivisitano le conoscenze
e il contesto naturalistico di riferimento, che avevano affrontato
l’anno precedente, per poi dedicarsi all’ideazione del percorso di
scoperta da realizzare con i bambini. Le due classi costruiscono
due storie diverse che sono il filo conduttore del percorso
all’interno del bosco: i due racconti si interrompono in quattro
tappe nelle quali i ragazzi delle scuole medie conducono delle
piccole e brevi attivitĂ  didattiche con i bambini piĂą piccoli. Ad
ogni tappa, i bambini conquistano qualcosa che, all’arrivo alla
baita, andrà a comporre un’immagine finale. I vari giochi ideati dai
ragazzi fanno risaltare i loro interessi di ambito extrascolastico:
c’è chi realizza giochi di magia, chi propone i versi degli animali
con la voce o l’utilizzo di strumenti da caccia, chi costruisce
con il legno un “gioco del tatto”, chi suona. Una caratteristica
infatti dei percorsi è la presenza della musica realizzata dai
ragazzi (tamburi, chitarra classica, flauto traverso, flauto dolce,
saxofono) in ogni tappa del gioco e alla chiusura dell’attività
una volta raggiunta la baita. Tutto questo secondo anno del
progetto è stato dedicato proprio all’ideazione, creazione e
gestione del percorso di scoperta alla baita.

PRODOTTO FINALE

Creazione di un percorso di visita animato per la scuola d’infanzia

DOCUMENTI ASSOCIATI

Presentazione progetto